24 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > Calcio
www.usosangiorgiocellatica.it

mario bettinzoli - uso s.giorgio cellatica

13-02-2008 - Calcio
Pollonio (5,5): non al meglio per un problema alla mano. Bell´intervento alla Garella nel 1°tempo. Quando un avversario segna di testa da calcio d´angolo a 2 metri dalla linea di porta, anche il portiere ha una quota di responsabilità.

Archetti (5,5):il Bettinzoli non è il Real Madrid e, francamente, 3 goals in un tempo sono decisamente troppi, senza contare che gli avversari erano anche in inferiorità numerica. Chiaramente c´è la scusante dello scarso filtro fatto dal centrocampo. Per una volta, la sua proverbiale tranquillità nel fare le cose è stato un handicap: serviva più aggressività.

Squassina (5): il Bettinzoli non è il Real Madrid e, francamente, 3 goals in un tempo sono decisamente troppi, senza contare che gli avversari erano anche in inferiorità numerica. Chiaramente c´è la scusante dello scarso filtro fatto dal centrocampo.Per uno della sua esperienza, il nostro leader difensivo, le responsabilità sono ancora maggiori.

Frassine L. (5,5): il Bettinzoli non è il Real Madrid e, francamente, 3 goals in un tempo sono decisamente troppi, senza contare che gli avversari erano anche in inferiorità numerica. Chiaramente c´è la scusante dello scarso filtro fatto dal centrocampo.Si limita a fare il minimo indispensabile ma, data la tormenta che tirava da quelle parti nella seconda frazione di gioco, più che un semplice mozzo, serviva un lupo di mare!

Paderni (5): la troppa voglia di mettere in mostra il suo valore, lo porta a giocare uno spezzone di gara in cui sbaglia tutti (o quasi) i tempi d´intervento.

Firmo G. (5): anche lui, sempre stato abituato ad essere titolare, paga la mancanza di serenità...E´ inutile: il ritmo-partita si prende solo giocando! Non tutte le colpe sono sue, ma è emblematica la scarsa tenacia con cui contrasta l´avversario che, dopo una serpentina, scoccherà il tiro del pareggio a tempo scaduto.

Bontempi (6-): nel 1° tempo mostra di meritare palcoscenici ben più importanti, infatti ogni sua intenzione si traduce in pratica con estrema naturalezza, come Michelangelo con in mano il pennello disegna assist e goal. Prima parte con rete ed assist, Nella seconda seconda parte del match decide di smettere di correre e di sacrificarsi e risulta assolutamente senza nerbo: ha reso bene per quasi 60 minuti, poi è restato in campo il suo fantasma....problemi di tenuta?

Stefana (6-): Bravissimo nel 1°tempo a sfruttare l´assist di Bontempi, scartando il portiere avversario. Nel 1° tempo è anche bravo a tappare i buchi lasciati dalle scorribande offensive di Feriti. Nel 2°tempo pasticcia e sembra timoroso come un bimbo ripreso dalla maestra. Ma ha fatto un fallo per impedire la ripartenza degli avversari?!? Se la difesa soffre, la colpa è anche di chi lascia che gli avversari salgano palla al piede fino al limite dell´area!

Franceschini (6,5): ancora una volta è l´esempio, il trascinatore. Sostituito nel 2°tempo, non è un caso che lì in mezzo venga a mancare 1 quintale di voglia di vincere. Tra le altre cose, forse dicendogli una parolaccia in russo, fa espellare il numero 10 avversario, che non aveva ancora smaltito né la vodka, né i troppi pranzi..

Frassine F. (5,5): quando un giocatore ha il dono della geometria, come Cecco, e si ritrova a pressare da solo e senza avere mai il passaggio facile perché la gente intorno a lui non fa un passo di corsa per riceverla, la sua utilità è pari a quella di un cammello che vuol stare all´ombra. Più vittima che carnefice.

Bracchi (6): Ha giocato il 1° tempo e nel 1°tempo si vinceva 3-0. Inutile ed inspiegabile un brutto fallo in scivolata (sulla linea di centrocampo, con la squadra schierata) che gli costa il cartellino giallo.

Duina (5,5): il mister, in passato, gli ha strillato più di una volta: "I giochini falli quando stiamo vincendo 3-0!". Lo ha preso in parola. Meglio farli sul 4-0 d´ora in poi.

Feriti (6+): interpreta il ruolo di esterno più alla Mancini che alla Dossena. Si occupa di tenere alta la difesa avversaria e sigla un supergoal su quello che sembrava tanto uno schema provato in allenamento. Buono anche un suo intervento con cui sbroglia una situazione torbida nella nostra area nel 1° tempo. Ovviamente, non si può avere la moglie ubriaca e la botte piena: quello di buono che frutta in avanti, lo paga la squadra in termini di scarsa copertura difensiva dal suo lato.

Rota (4): eguagliato il record di Josè Maria De La Fuente Barbosa Lopez, giocatore della VillaMuerta F.C., il quale nella stagione ´71-´72, riuscì, in una partita della serie B paraguayana, ad andare in fuorigioco, 32 volte in un tempo!

Salomoni (5): s´impegna, ma appare del tutto spaesato, come un cetriolo nella macedonia. Deve entrare ancora in condizione.

Pasquali s.v.

Fonte: Colui che doma

Realizzazione siti web www.sitoper.it