22 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > Pallavolo
www.lepadernine.sitoper.it

bamboline e ... barracuda

26-01-2008 - Pallavolo
UNDER 18 CPO OSNAGO - ASD PADERNESE = 1-3
As Padernese: Crotti ©,Grossi, Frigerio, Comi, Salerno, Guido, Consonni, Esposito, Mortarino, Galbiati, Massironi. All:Zanet.
Merate ore 15.30, che caldo che fa oggi , io mi sento ai tropici c´è una temperatura in palestra che esula da quelle invernali. Sono qui tra le tante persone del pubblico e non trovo un posto dove sedermi così opto per stare in terra ... ho la sensazione di essere quasi al mare, la spiaggia, le bamboline di Osnago che giocano con tutte quelle maglie colorate gialle sgargianti e poi lì in acqua qualcosa che aspetta tra le onde calde. fermo, e di colore implacabile blu ... il barracuda-padernese.
Tutto un quadro che calza; è una partita come al solito importante : a noi consegnerebbe la final four under 18 matematicamente, ai cugini di Osnago 3 punti vitali per la medesima corsa. Vi pare poco ? No che non è poco !! È il movente di una partita che da li a poco diventa una schermaglia tattico-tecnica impressionante.

1° set : i temi principali sono il togliere dal gioco le centrali di entrambi le formazioni, nonostante tutto si registrano alla fine del primo set ben 12 primi tempi distribuiti tra le parti. Le Padernine osservano l´avversario che da posto 4 e 2 non scherza e ci rifila mani-out e diagonali pungenti consolidati dalla bella regia di una palleggiatrice esperta. Crotti e compagne sono l´immagine sorniona di un Barracuda che lento a scatti si avvicina e guarda la preda. E proprio capitan Crotti con una bastonata dalla seconda linea a dare la prima avvisaglia alla difesa di Osnago è break e fuga. Coach Zanet cambia tattica e posizione al nostro muro e la banda Osnaghese viene blindata, spettacolari due muri implacabili eseguiti dalla coppia Consonni-Guido. In men che non si dica il barracuda di Paderno azzanna e mastica la preda. L´Osnago sparisce dietro una serie di errori e colpi subiti facendo perno solo sull´azione di una delle due centrali. È 0-1.

2° set : è il set come da copione sembra esserci una timida reazione della padrone di casa ma Guido e Frigerio sulla rete dimostrano di poter tirare primi tempi senza dubbio più efficaci di quelli avversari. Avversari... ? Incredibilmente spariti. Grossi apre una falla nella difesa osnaghese e Mortarino colleziona una sequenza di colpi sul muro avversario che alza bandiera bianca. È 0-2. Il barracuda ha dato il secondo morso.

3° set la maratona : 36-34 a trentaquattro !!! Sono tornato in pochi secondi nel caldo dei tropici ma che bel set. Le Padernine hanno solo una colpa, anche se hanno garantito spettacolo, quella di non aver osato di più nei momenti topici del set...caspita sei palle break...buttate al vento... coach Zanet probabilmente non era felice alla fine del parziale. È stata comunque una vera maratona quasi due sets nello stesso set con scambi ad armi pari; ho fatto un tuffo nel passato dove queste siutazioni erano più usuali...come rimpiango quella vecchia pallavolo...e come rimango attonito del nostro barracuda arpionato da quel primo tempo avversario che ci cade in posto uno e ci piega le gambe in questa palestra tropicale. 1-2.

4° set : ci si aspetta una netta reazione delle padrone di casa con coach Zanet che rimette in pista Frigerio e fa entrare Comi al posto di Mortarino (esausta). Ancora una volta rimettiamo sul terreno di gioco una fisicità diversa e pesante e subito il nostro servizio, sino a qui troppo falloso e poco efficace, cambia e fà tracollare la ricezione di Osnago.
Su contrattacco Frigerio scarica un primo tempo fortissimo in posto 5 avanzato in un nostro momento di alta pressione e Comi chiude due palle importanti spiazzando la difesa avversaria.
Il sogno delle padrone di casa diventa un incubo terribile. Ci sono sprazzi di gioco belli ma solo da una parte e cala inesorabile un sipario che lascia un marchio inequivocabile è il morso finale di un barracuda-padernese inferocito che cancella in poco tempo ogni dubbio apparso nel terzo set.
Ha ragione il mio amico Fausto quando dice : "io a pesca di Barracuda non ci andrò mai".
È 1-3 e vuol dire set, partita, qualificazione automatica alla final four under 18.

Voto di squadra = 6 e ½ oggi sono buono il caldo mi ha stremato...


Fonte: geriko

Realizzazione siti web www.sitoper.it