12 Novembre 2019
Lombardia Sport
LE NOTIZIE DELLO SPORT IN LOMBARDIA

News
percorso: Home > News > Basket
www.basketcostaweb.com

Serie A1, 4^ giornata: la Limonta Sport Costa Masnaga si illude, ma alla fine sorride Torino

26-10-2019 22:37 - Basket
Un'altra vittoria accarezzata, sognata per oltre 30' e poi svanita nell'ennesimo ultimo quarto complicato. È l'Iren Fixi Torino ad avere la meglio nella sfida tra "pantere" contro la Limonta Sport Costa Masnaga, al termine di un match molto equilibrato. Basket Costa finisce subito sotto di 10, ma ha la forza di recuperare e di mettere la freccia, riuscendo a volare anche sul +11 nel secondo quarto. Dopo l'intervallo Costa dà una spallata ai tentativi di recupero di Torino, ricacciandola a -7, 43-50, ma è l'ultimo parziale a fare la differenza. Il break di 26-12 per le padrone di casa è decisivo e le pantere lecchesi non riescono più a trovare la zampata per riportare il gap quantomeno ad un possesso di distanza. Vince Torino, 69-62.

La cronaca

Inizio di partita super per Torino, che dà vita a un parziale importante di 10-0 nei primi 4', poi si destano anche le pantere biancorosse, che rispondono un controparziale di 18-5 da leccarsi i baffi, ribaltando tutto. Frost rompe il ghiaccio dall'arco dei tre punti, poi Pavel (4 punti) e Davis accorciano fino al 12-8. Torino va fuori giri in attacco e allora Baldelli e Pavel pareggiano a quota 14. Altri due viaggi dalla lunetta di Jori Davis portano la Limonta Sport Costa Masnaga sul 15-18 alla fine del primo quarto. Pavel e Spinelli battezzano in maniera impeccabile il secondo parziale e Costa vola a +5, 17-22. Il capitano Baldelli ringhia in difesa e poi sforna un bell'assist per Rulli, Spinelli fa lo stesso con Pavel e la Limonta Sport Costa Masnaga riscrive il massimo vantaggio: 17-26 al 13'. Matilde Villa e Allevi in campo, Milazzo accorcia dalla lunga, ma cinque punti consecutivi di Davis spingono Basket Costa sul 20-31. Kinard e Milazzo accorciano ancora, poi è Allevi, con un gran canestro nel traffico, a riportare Costa ancora a +9, 25-34. Qualche errore di troppo da entrambe le parti: i due liberi di Milazzo e quello di Spinelli siglano il 27-35 su cui si chiude la seconda frazione.
Barberis sigla il primo canestro della terza frazione, poi il gioco a due tra Davis e Pavel funziona bene. Allievi si fa vedere a rimbalzo d'attacco, Frost segna da sotto, ma Torino comincia a rifarsi sotto pericolosamente: Del Pero in penetrazione fa -2, 39-41 al 26'. Basket Costa torna a zona, Pavel e Rulli allungano sul 39-45 e il gran canestro in sottomano di Matilde Villa vuol dire 39-47 al 28'. Milazzo è inarrestabile e tiene in piedi Torino, poi il canestro di Pavel mantiene un buon margine per Costa, 43-50 al 30'. È sempre Milazzo a suonare la carica per la compagine sabauda, Davis sforna l'ennesimo assist della sua partita per Pavel, il tabellone segna 47-52, ma da quel momento in avanti la luce in attacco della Limonta Sport Costa Masnaga si spegne. Tre minuti di blackout offensivo che permettono a Torino di rimettere il naso avanti con una Brcaninovic scatenata, 56-52 a 4'41 dalla fine. Matilde Villa si inventa un canestro in mezzo all'area, ma Milazzo risponde con la stessa moneta. Partita in grande equilibrio, ma Costa adesso fa una gran fatica a trovare punti e anche dalla lunetta raccoglie pochissimo. Davis con un libero fa -3, ma il piazzato di Brcaninovic e i due liberi di Milazzo allungano sul 62-55 a 2'42" dal termine. È il canestro e fallo di Barberis, però, a chiudere quasi definitivamente i giochi, visto che il successivo rimbalzo in attacco di Brcaninovic vuol dire 66-58 a 1'34". Basket Costa prova l'ultimo miracoloso recupero, ma testa e gambe non girano più a dovere: finisce 69-62 e sono le piemontesi trovare i primi due punti stagionali.

Le interviste

Ecco le parole di coach Paolo Seletti al termine della gara: "Abbiamo riproposto ancora un altro ultimo quarto da parziale negativo: era già successo, volevamo un altro approccio, ma non ci siamo riusciti. Se sapessimo esattamente quello che manca saremmo a 6 punti in classifica. Un calo che non ha radici tattiche e di cui manca ancora la spiegazione perfetta. Caliamo fisicamente, mentalmente e anche come determinazione. È evidente che stiamo tutti facendo i conti con il livello del campionato e stiamo pagando, al momento, un prezzo molto salato per completare questo step. Ci sono tante ragazze che ancora non si sentono al 100%: abbiamo bisogno di trovare più soluzioni per creare buoni tiri per tutte e quante. A rimbalzo abbiamo vinto la sfida, anche perché a Torino mancava il pivot titolare, ma i rimbalzi chiave e le palle vaganti nell'ultimo quarto sono stati tutti a favore delle nostre avversarie. Il dato delle palle perse è lo stesso di quando abbiamo giocato con Torino nel precampionato e questo non è bello, perché da quel punto di vista vuol dire che non abbiamo fatto i passi in avanti che ci eravamo prefissati. Sommando le palle perse, qualche errore banale da sotto e qualche libero di troppo sbagliato, è chiaro che tutto questo ci ha condannato non avendo poi un margine sufficientemente ampio da gestire. Non possiamo far altro che rimetterci al lavoro e continuare a provarci".

Tabellini

Iren Fixi Torino: Del Pero 5, Grattapaglia ne, Petrova 1, Buffa ne, Togliani, Barberis 10, Brcaninovic 13, Kinard 11, Salvini 7, Milazzo 22. All: Riga

Limonta Sport Costa Masnaga: Davis 18, Pavel 24, Baldelli, Spinelli 3, Frost 7, Colognesi ne, Rulli 4, Allevi 2, Allievi, M. Villa 4, Balossi ne. All: Seletti


Fonte: Ufficio Stampa

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]